Il Beach Golf: un’idea Made in Italy

Il golf è uno sport in grande avanzata, come testimoniato dalla copertura televisiva dei suoi maggiori eventi. Se una volta questo sport era considerato appannaggio delle classi più facoltose, oggi la realtà sta sensibilmente mutando, permettendo praticamente a tutti di poterlo praticare.

Anche in Italia sta accadendo la stessa cosa, anche se purtroppo continuano a scarseggiare le strutture in grado di promuovere in maniera capillare il golf.

Un’idea tutta Italiana

Proprio dal nostro Paese, però, arriva l’ultima novità che sta intrigando non poco i patiti di questa disciplina, ovvero la Beach Golf Ball. Se un termine come innovazione viene solitamente associato agli Stati Uniti o alla Cina, almeno nel mondo del golf, stavolta proprio l’Italia è protagonista assoluta, grazie ad un progetto che potrebbe rivelarsi di larga portata per la promozione dello sport golfistico, consentendo in pratica di giocare a golf dovunque.

Beach Golf Sport Association

Protagonista di questa operazione, che sembra aderire perfettamente a quello che rappresentava sinora un vero e proprio miraggio per gli appassionati del golf, ovvero il potersi esercitare in ogni luogo e situazione possibile, è infatti la Beach Golf Sport Association.

Per farlo, si era ricorso alle palline traforate, le quali avevano la particolarità di poter essere usate anche al di fuori del canonico green. Si trattava però di una pratica abbastanza insidiosa, in quanto una pallina traforata, pur meno pesante e dura rispetto a quella classica in uso sui campi, può fare danni di non poco conto colpendo una persona o qualche oggetto dislocato lungo il suo percorso.

Difetti che hanno spinto quindi alla ricerca di alternative praticabili, anche in Italia, ove finalmente sembra essere stata trovata la quadratura del cerchio. A fornirla è stata appunto la BGSA con la sua Beach Golf Ball, grazie alla quale è possibile giocare non solo sul classico green, ma anche in qualsiasi altra location capace di stuzzicare la fantasia del golfista.

Se esiste sin dal 1999, quando la BGSA organizzò il primo evento su suolo europeo, con il passare degli anni la pallina è stata oggetto di continui perfezionamenti tali da superare le problematiche emerse nei primi momenti.

Le Caratteristiche della Pallina

Formata da una speciale miscela di poliuretano espanso, grazie alle migliorie apportate nel corso del tempo è ora non solo innocua, ma anche anallergica. Tanto da poter essere utilizzata senza dover temere per l’incolumità di eventuali spettatori, in virtù di una leggerezza che non va però a scapito della performance, se si pensa che un giocatore provetto è in grado di scagliarla a oltre 50 metri di distanza.

A testimoniarne l’assoluta sicurezza è stata anche la Guardia Costiera Italiana, che l’ha certificata con il suo autorevole avallo, che si è aggiunto al superamento di tutti i test cui la Beach Golf Ball è stata sottoposta nel corso del tempo.