Come scegliere il Wedge

Una delle cose che non bisogna assolutamente sbagliare quando ci si avvicina al golf e bisogna procurarsi l’attrezzatura per poter giocare è la scelta del wedge. Scopriamo insieme cos’è il wedge e come sceglierlo.

Tutto quello che c’è da sapere sul Wedge

Il wedge è uno dei tanti ferri che possono essere utilizzati nel corso di un torneo di golf: sono dei ferri più corti e decisamente meno leggeri degli altri.

Il loro uso è indicato per quei colpi che sono definiti “pieni” e per quelli in cui è necessaria una certa precisione. Andando più nello specifico, il wedge viene utilizzato quando bisogna effettuare un colpo attorno al green o per uscire da una situazione complessa, come ad esempio quella in cui la pallina si trova in un “bunker“.

Il wedge si caratterizza specialmente per l’inclinazione della “faccia” del bastone, che viene definita loft e che può variare da un minimo di 45 ad un massimo di 65 gradi. Un altro aspetto che rende diversi i wedge uno dall’altro è sicuramente l’inclinazione della soletta rispetto al terreno, che in termini golfistici viene chiamata bounce. Qui la variazione può essere tra 2 e 18 gradi.

Come scegliere il Wedge giusto?

Ora è arrivato il momento di capire come fare per scegliere il wedge adatto alle proprie esigenze. Ovviamente, bisogna prestare molta attenzione al loft ed a bounce, perché una scelta che sia corretta per quanto riguarda questi due aspetti darà sicuramente modo di ottenere grandi miglioramenti per quanto concerne il gioco corto.

Tuttavia, non bisogna mai dimenticare un aspetto fondamentale, ovvero che il bounce reale di un wedge è dato anche da un altro fattore, ovvero il raggio di curvatura del wedge stesso e dalla larghezza della suola.

Inoltre, va tenuto presente che una volta in gara, se si hanno più wedge a disposizione, si dovranno valutare con attenzione le condizioni del terreno su cui si trova la pallina: anche questo aspetto infatti incide in modo fondamentale sul tipo di wedge da utilizzare.