D-Plane: scopriamo cos’è

Il D-Plane ha introdotto un’importante novità nel campo del volo della palla sconvolgendo le conoscenze fino ad allora esistenti in questo settore.

Il tema centrale di questa teoria è rappresentato dall’individuazione di un piano direzione che influenza l’oscillazione della pallina. Precisamente, il punto di partenza del volo della palla è costituito sempre da un piano mentre la direzione della stessa è influenzata da due fattori: la traiettoria della testa del bastone e l’allineamento della faccia del bastone all’impatto.

Come il D-Plane ha rivoluzionato le leggi che governano il volo della pallina

Secondo questa teoria, la traiettoria della palla è determinata in gran parte dalla faccia del bastone mentre la sua curvatura in volo è, invece, influenzata dalla direzione della testa del bastone all’impatto.

È stata una vera e propria rivoluzione rispetto alle credenze del passato. Fino a poco tempo fa, infatti, si credeva erroneamente che fosse la testa del bastone a condizionare la traiettoria iniziale della pallina e che la posizione della faccia del bastone all’impatto invece condizionasse la parte finale della curvatura del suo volo.

Come si muove la palla sul D-Plane

Studi recenti hanno permesso di approfondire che:

  • la palla vola sempre sul D-Plane allontanandosi del 15% dalla faccia;
  • la direzione iniziale della palla dipende per ben l’85% dalla faccia del bastone.

Il piano può essere perpendicolare o inclinato al terreno e da ciò consegue che il suo volo sarà dritto se il piano è dritto mentre assumerà un andamento sempre più curvo quanto più inclinato sarà il piano; l’inclinatura dipende dalla differenza esistente tra la faccia del bastone e la testa del bastone all’impatto.