Il Golf nella Storia: come nasce lo sport che ha conquistato il mondo

Il golf è al giorno d’oggi uno degli sport più popolari in assoluto, giocato in Italia da circa 100 mila appassionati di tutte le età.

Le origini di questo sport sono incerte e rivendicate sia dagli olandesi che dagli scozzesi. È indubbio che un gioco del tutto simile si praticasse in Olanda già dall’antichità, ma il golf così come è inteso oggi nasce in Scozia nel Medioevo, come confermano alcuni atti parlamentari che risalgono alla metà del 1400, i quali vietavano la pratica dello sport per evitare di distogliere i militari dalle loro funzioni, decisione mai entrata a pieno titolo in vigore.

L’evoluzione del golf

Il golf veniva inizialmente praticato all’interno dei parchi pubblici, che col tempo furono rimpiazzati da aree realizzate appositamente, così da poter creare dei percorsi mirati. I primi circoli nacquero in Scozia nel 1800 e contemporaneamente il golf venne importato in altri stati, compresa la vicina Inghilterra.

Per quanto riguarda le buche, non sempre il percorso ha previsto le classiche 18, ma il numero poteva oscillare dalle 5 alle 22 buche. La scelta del 18, secondo la leggenda, prende spunto dalla capacità delle bottiglie di scotch whisky di riempire il bicchiere fino a 18 volte, concedendo al partecipante un drink per ogni buca.

Le mazze erano originariamente costruite in legno di frassino. Con il trascorrere del tempo sono stati introdotti nuovi materiali: oggi il più utilizzato è una lega di titanio e carbonio, mix in grado di garantire leggerezza e durezza, assicurando traiettorie precise e tiri potenti.

Anche la pallina è stata protagonista di molteplici cambiamenti. Le prime erano fatte in legno e non eccellevano né in precisione né in velocità, per cui furono sostituite dalle palline di piume. Successivamente le piume furono messe all’interno di una struttura in pelle robusta, onde offrire un impatto di maggiore intensità. Oggi le palline vengono realizzate con diversi materiali, studiati per effettuare le traiettorie desiderate: quelle in Surlyn sono ideate per favorire i tiri sulle lunghe distanze, mentre le palline in Uretano sono indicate per lo spin.