Harry Vardon e il suo leggendario Grip

Harry Vardon è una vera celebrità nel mondo del golf. Questo leggendario golfista ha lasciato un segno indelebile nella mente di tutti gli appassionati di questo magnifico sport.

Harry Vardon si è distinto per alcune caratteristiche uniche, che hanno portato innovazioni ed hanno rivoluzionato il modo di giocare a golf. Dunque, è bene scoprire di più su questo magnifico ed elegante personaggio!

Harry Vardon: storia e successi

Harry Vardon è nato nell’isola di Jersey nell’anno 1870 e strano a dirsi, sin all’età adolescente non toccò mai una mazza da golf.

Durante l’adolescenza però, il giovane Harry mostrò un talento naturale per questo sport ed iniziò a giocare insieme al fratello più piccolo Tom Vardon. La svolta per Harry arriva a 20 anni, quando decide di trasferirsi in Inghilterra e continuare la propria carriera di golfista.

Nel 1896 poi, riesce a divenire professionista al Ganton Golf Club, storico circolo che si trova nella regione inglese dello Yorkshire. Il primo successo per Harry Vardon arriva proprio nel 1896 quando riesce a vincere il primo British Open della sua carriera.

Da allora Harry verrà identificato come il miglior giocatore del mondo riuscendo a vincere 1 Us Open, 1 German Open e ben 6 British Open, record che ancora oggi rimane imbattuto.

Il Vardon Grip

Elemento che favorì il gran successo del golfista inglese fu il Vardon Grip. Vardon impugnava il bastone da golf in cima con entrambe le mani per poi colpire la pallina con precisione.

Fu il primo in assoluto a impugnare in questo modo il bastone in ambito professionistico, e dopo di lui questo modo di fare si è esteso in tutto il mondo.

Tuttavia, non sarebbe corretto dire che Vardon abbia inventato il grip in questione, perché un golfista dilettante scozzese, tale Johnny Laidley, l’aveva già utilizzato in alcuni incontri amatoriali.

Ad oggi, il Vardon Grip è l’impugnatura più comune del golf professionistico e viene utilizzata dal 90% dei giocatori mondiali.