Il Divot: vediamo cos’è

Il Divot è un elemento molto importante nel gioco del golf in grado di fare la differenza per migliorare la propria padronanza del gesto tecnico e l’handicap nel giro di poco tempo.

Ecco le sue caratteristiche principali.

Di cosa si tratta e a cosa serve

Il Divot è quella scia che viene generata dal bastone nel momento dell’impatto diretto con la pallina, grazie al quale la tecnica dello swing può essere portata a termine con successo. È sufficiente dare un’occhiata a questa piccola zona senza erba per notare possibili errori che possono essere commessi in occasione di un tiro.

Infatti, tale elemento riesce a rendere il movimento delle mani molto più solido e preciso, con una compressione migliore della sfera scagliata. È necessario avere mani ben salde e polsi forti per fare in modo che il Divot risulti sufficientemente lungo; in caso contrario, il bastone si innalza con estrema rapidità perché si sposta dalla linea di tiro, con conseguenze non proprio positive dal punto di vista del risultato finale.

Come apprendere la sua tecnica

Diverse sono i possibili movimenti che possono essere messi in pratica al fine di apprendere la tecnica del Divot. Ciò che conta è cercare di mantenere gli arti superiori pronti a stendersi verso l’obiettivo, con le braccia ben tese e le mani che rilasciano i polsi corrispondenti con qualche attimo di ritardo.

Con simili prerogative, si hanno maggiori probabilità di realizzare un Divot dalla profondità molto contenuta, con l’opportunità di direzionare la pallina non verso il terreno attiguo, ma direttamente verso il punto desiderato.

Infine, bisogna accertarsi che nel Divot sia presente una leggera inclinazione verso sinistra, oltre ad una forma lunga e al tempo stesso sottile.