La routine nel golf: vediamo cos’è

La routine è un concetto fondamentale nel golf. Qualcuno, dall’esterno, lo interpreta spesso come una sequenza di gesti scaramantici, ma in realtà è proprio un aspetto che appartiene a questo sport e serve per trovare la concentrazione e preparare il colpo al meglio.

La routine: una metodologia tecnica

La routine è una metodologia che serve a ripercorrere tutti gli aspetti tecnici tipici di un colpo e della sua preparazione. Quanto il giocatore sente che è il suo turno, inizia mentalmente a ripercorrere i gesti che dovrà eseguire negli istanti successivi durante l’esecuzione del colpo, preparandosi con meticolosità e attenzione fin dalle fasi precedenti.

Lo scopo è quello di trovare la concentrazione e immaginare il tiro, evitando errori grossolani e scelte errate delle mazze. L’organizzazione del colpo permette al giocatore di eseguire uno swing pulito e dare maggiore efficacia all’impatto. Ciascun colpo, nel golf, va preparato in maniera ordinata e organizzata.

Concentrazione, immaginazione e proiezione mentale, sono le tre componenti chiave della routine: la concentrazione consente al golfista di immaginare la propria esecuzione del colpo, proiettando mentalmente la pallina verso la buca.

Nella pratica della routine vi sono dei momenti durante i quali il colpo viene simulato “a vuoto”, soprattutto quando è importante dosare le forze sul green oppure in situazioni particolarmente delicate.

Evitare l’errore è uno degli obiettivi principali del giocatore di golf e la routine serve proprio a preparare il golfista nel migliore dei modi, sia mentalmente che fisicamente.

Gli aspetti chiave per apprendere la routine

Premesso che nella routine la componente personale e soggettiva sono aspetti importanti, esistono fondamentalmente 3 immagini che si associano agli altrettanti componenti prima enunciati.

Bisogna immaginare il colpo e nello specifico il volo che la pallina compirà in seguito all’impatto: altezza, velocità, effetto, direzione. In secondo luogo è utile visualizzare con la mente l’impugnatura giusta del bastone per poter imprimere il giusto effetto e per compiere il corretto movimento.

Infine, bisogna curare la posizione del corpo, “disegnandola” nella propria testa prima di avvicinarsi alla pallina. Più la routine sarà curata e precisa, più il colpo sarà efficace, grazie ad una sequenza solidale tra attrezzo e corpo, particolare fondamentale per eseguire un buon colpo.

La routine non prevede fretta e non ammette distrazioni.