Le 34 regole del Golf: dalla 12 alla 17

Scopriamo insieme le regole del gioco del golf dalla numero 12 alla 17.

Le regole dalla 12 alla 14

La regola numero 12 parla della ricerca e dell’identificazione della palla. In entrambe le circostanze, la responsabilità ricade direttamente sul giocatore, che deve aggiungere un segno in corrispondenza del punto esatto in cui la pallina è arrivata dopo il lancio.

La regola numero 13 del golf dice che la palla deve essere scagliata esattamente dal punto nella quale si trova. Tuttavia, se la palla si trova in corrispondenza di un ostacolo, non va assolutamente provata per non modificare il dislivello generale del terreno. Non è possibile spostare alcun oggetto, a meno che le regole non decretino disposizioni differenti.

La regola numero 14 descrive come deve essere colpita la palla. Il bastone non deve essere mai ancorato, mentre non vanno utilizzati dispositivi elettronici che facilitino il compito del giocatore. Quest’ultimo non può ripararsi dagli agenti atmosferici o fare in modo che il suo caddie o partner si trovi nei pressi di un’estensione della sua linea di gioco.

Le regole dalla 15 alla 17

La regola numero 15 del golf afferma che il giocatore deve utilizzare la stessa palla dall’area di partenza fino al raggiungimento della buca. Un’eventuale sostituzione può essere effettuata solo in determinati casi, quando la palla è stata persa o si trova in una posizione al di fuori dal limite.

La regola numero 16 riguarda il putting green. La linea del putting può essere toccata soltanto in casi particolari, così come una palla situata sul putting green può essere alzata ed eventualmente pulita. La superficie corrispondente, inoltre, non può essere oggetto di alcun tipo di prova.

La regola numero 17 definisce quando l’asta della bandiera che contrassegna la buca può essere custodita, alzata o rimossa. Se la palla urta l’asta, essa può essere rimossa, così come in alcuni casi quando la palla entra nel green finale.