Le Leggende del Golf: Arnold Palmer, il Re del Golf

Il mondo del golf ha avuto diversi protagonisti di primo piano nel corso della sua lunga storia. Tra questi, un ruolo molto importante viene senz’altro rivestito da Arnold Palmer, non a caso considerato dagli addetti ai lavori e dagli appassionati come il Re del Golf.

La carriera di Arnold Palmer

Nato a Latrobe il 10 settembre 1929, l’americano Arnold Palmer ha iniziato a raccogliere grandissimi risultati nella sua disciplina a partire dal 1955 con un decimo posto al Masters di Augusta.

Da quel momento in poi, parte un’epopea che gli frutta una lunga serie di soddisfazioni, con un palmares complessivo davvero invidiabile. Conquista due vittorie all’Open del Regno Unito, una agli US Open e ben quattro ai già citati Masters, con un totale di 62 tornei nel circuito Pga, il più importante e prestigioso del golf. La sua straordinaria carriera dura addirittura mezzo secolo e fa entrare Palmer nella leggenda.

La fama di un grande campione della storia del golf

Arnold Palmer è stato colui che ha reso il golf una disciplina di massa, non soltanto un esercizio stilistico a disposizione esclusiva della classe medio-alta.

Grazie a lui, Jack Nicklaus e Gary Player, questo sport si è aperto al professionismo. Era considerato un uomo affascinante come una stella di Hollywood, oltre che una personalità molto elegante, ironica e intelligente.

Nel 1974 è entrato a far parte della Hall of Fame del golf, mentre negli anni successivi ha ricevuto diverse onorificenze di spicco dal governo statunitense, quali la Medaglia della Libertà e la Medaglia d’Oro del Congresso. Anche chi non amava questo bellissimo sport conosceva ed apprezzava il talento e lo stile di Arnold Palmer.