Le Leggende del Golf: Byron Nelson, l’uomo dei record

Tra coloro che possono essere annoverati tra le leggende del golf vi è sicuramente Byron Nelson, giocatore che ha calcato il “green” agli inizi del secolo scorso e che ha segnato la storia di questo sport.

Byron Nelson: l’uomo dei record

Byron Nelson nacque il 4 febbraio del 1912 in Texas. Dopo una malattia che lo mise a dura prova, cominciò ad avvicinarsi al mondo del golf giovanissimo: ad 11 anni era infatti già avviato nel ruolo di caddy e nel 1934, un anno prima di cominciare la sua avventura come golfista professionista, incontrò quella che poi sarebbe divenuta sua moglie, Louise Shofner.

Il nome di Byron Nelson è impresso nella storia del golf per diversi motivi: il più noto è quello relativo al suo anno d’oro, ovvero il 1945. Durante quell’anno fortunato, Byron vinse 11 tornei consecutivi e 18 tornei totali: un record che ancora oggi è imbattuto.

L’unico che sembra in grado di batterlo sembra Tiger Woods, che non a caso è considerato il giocatore che più gli si avvicina come stile di gioco.

Gli altri record di Byron Nelson

Ma i motivi per cui a Bryan Nelson spetta un posto di diritto nella storia del golf sono anche altri. Basta citare, ad esempio, i cinque major vinti tra il 1937 ed il 1945, un anno prima del suo ritiro dalle competizioni.

Ma a parte le vittorie e i numeri, a testimonianza della sua grandezza vi è anche il contributo che ha dato all’evoluzione di questo sport.

Nelle scuole di golf il suo stile di gioco, che ha segnato il passaggio dall’epoca antica a quella moderna, risulta ancora oggi attuale e difatti i giovani golfisti quando devono imparare lo “swing“, iniziano proprio studiando quello di Bryan Nelson.