Salire correttamente per scendere ancora meglio: il Backswing

Il gioco del golf è entusiasmante, bello da praticare e da seguire e famoso in tutto il mondo.

Una delle tecniche del golf è il Backswing che, così come la stragrande maggioranza dei gesti tecnici per disputare al meglio match e tornei, ricopre un’importanza fondamentale.

Cos’è e come funziona

Secondo gli esperti, il Backswing è da considerare come una dinamica di portamento che ogni giocatore di golf che si rispetti deve conoscere, al fine di affrontare al meglio gli avversari e colpire la palla in maniera adeguata.

Il gesto tecnico si compone di tre momenti fondamentali: rotazione tronco, sollevamento bastone e caricamento polsi. Tutti e tre questi movimenti vanno eseguiti in modo consequenziale e magistrale se si vuole affrontare un avversario ostico nel migliore dei modi.

Apprendimento e criteri di utilizzo

Per apprendere al meglio Backswing bisogna fare tanta pratica quotidiana: è soltanto ricorrendo all’esercizio graduale e costante che si imparerà bene a compiere la serie di movimenti nel modo più congeniale possibile.

Imparare come toccare la palla per spedirla in buca con pochi tocchi rappresenta un valido vademecum attraverso il quale la stragrande maggioranza dei professionisti dovrebbe far valere la propria tecnica e l’enorme potenziale agonistico che ne consegue.

Il giusto ritmo e le dovute conoscenze teoriche, infine, son un valido sussidio per chiunque voglia imparare ad eseguire il meccanismo nel modo corretto.