Scopriamo il Campo da Golf e le sue parti principali

Il Campo da Golf ospita il percorso con le relative buche. In genere le buche sono 18, ma alcuni campi ne ospitano soltanto 9. Ogni buca è situata all’interno del cosiddetto green. Ma vediamo nel dettaglio quali sono le zone che formano un campo da golf.

Il Green

Il green è l’area che ospita la buca: l’erba qui presente è bassa e curata, allo scopo di facilitare i colpi di precisione dei giocatori impegnati a spedire la pallina in buca. Talvolta può presentare una lieve pendenza per rendere più complicato il compito dei giocatori.

Il Battitore

È l’area in cui il gioco ha inizio. In genere, ad ogni buca corrispondono due battitori (uno per gli uomini e l’altro per le donne), ma è possibile trovare percorsi dotati di 4 o 5 battitori, realizzati per altrettante categorie di giocatori.

Il battitore è leggermente rialzato rispetto al resto del percorso e, come nel green, l’erba è perfettamente curata. Il battitore è dotato di due tee-marker, ovvero due indicatori che segnalano l’area all’interno della quale va posizionata la pallina.

Ogni battitore è contrassegnato da un colore diverso: l’indicatore bianco è destinato ai giocatori professionisti, il giallo è per gli uomini, il rosso per le donne.

Il Fairway

Si tratta del lungo corridoio che collega l’area di partenza al green. Il fairway (dall’inglese “retta via”) è costituito da una striscia di erba rasata, in grado di facilitare il gioco. È largo qualche decina di metri e sui lati presenta aree caratterizzate da erba via via più alta.

Il Bunker

I bunker sono buche di profondità e larghezza variabili, colme di sabbia molto fine. Si tratta di ostacoli realizzati per punire le imprecisioni. I bunker ai lati del fairway (cross bunker) sono meno profondi rispetto a quelli situati intorno al green (deep bunker).

Il Rough

Il rough è la zona caratterizzata da erba alta che circonda il fairway, ideata per penalizzare i giocatori che non hanno eseguito correttamente il colpo precedente. Talvolta è presente anche l’heavy rough, un’area costituita da erba incolta in cui il gioco risulta particolarmente difficile.