Short Game: ecco alcuni consigli

Lo short game, che in italiano si traduce in modo letterale come gioco corto, risulta di grandissima importanza per chiunque pratichi questo sport, perché è proprio con i colpi di avvicinamento che spesso si risolvono le gare.

Qui di seguito, ecco alcuni consigli per eseguire chipping, pitching e putting, ovvero i colpi che rientrano nella categoria short game.

Alcuni consigli per lo short game

Il chipping è un colpo molto importante anche per chi è alle prime armi con il golf e la sua messa in pratica è abbastanza semplice. Va utilizzato quando è necessario far rotolare la pallina, quando si trova in una posizione difficile e in tutti quei casi in cui non è obbligatorio servirsi di un ferro aperto.

La prima cosa da fare per eseguire un buon chipping è tenere i piedi vicini, per poi appoggiare la maggior parte del perso del corpo sul piede sinistro: bisogna però che la palla sia appena al centro o leggermente a destra rispetto ai piedi. La parte più complessa è quella relativa al corretto posizionamento del corpo e una volta eseguito correttamente questo aspetto, il più è fatto.

Gli altri colpi rientranti nello short game

Il pitch è invece un colpo da provare solo se la palla si trova in una posizione favorevole oppure quando si hanno di fronte degli ostacoli, come ad esempio un bunker o dei laghi. Il bastone da utilizzare è il sand, ma la cosa molto importante è posizionare il corpo in un modo molto simile a quanto si deve fare per il chipping: l’unica differenza è che la palla deve essere centrale rispetto ai piedi.

Infine, per quanto riguarda il putting, va detto che sbaglia chi pensa che per eseguirlo al meglio basti una buona sensibilità di tiro. In realtà risulta assolutamente fondamentale un corretto posizionamento e movimento non solo dei polsi, ma anche delle spalle, che devono essere il vero motore del movimento oscillatore del bastone.